Installazione fari supplementari – Yamaha MT-09 Tracer

Led FoglightPer chi ne ha necessità ed usa la moto in zone scarsamente illuminate o soggette a nebbie frequenti, Yamaha propone come accessorio originale per la Tracer un kit di fendinebbia di produzione Sw-Motech, con tanto di supporto per una “facile” installazione.

Questo kit sembra essere l’unico (o uno dei pochi) omologato per uso stradale, con tanto di dicitura stampata sul vetro (nella maggioranza dei casi i kit di fari supplementari per moto in commercio non sono omologati e destinati all’utilizzo prettamente “off-road”, quindi informatevi bene prima dell’acquisto), nella scatola vi è tutto il necessario per l’installazione, compresi un pulsante impermeabile per accensione/spegnimento ed una cavetteria “plug&play” per collegare tutto ad una presa dedicata che si trova dietro al cruscotto  (sotto al cupolino), quindi senza la necessità di una linea di alimentazione aggiuntiva da derivare direttamente dalla batteria: meno cavi, meno fusibili, niente relè, tutto più semplice.

La grossa “pecca” di questo kit è la resa estetica, che non è delle più gradevoli, soprattutto per come Yamaha consiglia di posizionare i fari, che risultano (secondo me) troppo sporgenti e non integrati nella moto, ma a questo si può cercare di ovviare parzialmente.

Ecco una foto x mostrare la differenza tra l’installazione che consiglia Yamaha (guardando la foto, faro a sx) e l’installazione alternativa che ho adottato io (guardando la foto, faro di dx) ..

Installazione Foglight

.. per farla breve, invece di utilizzare l’attacco fornito da Yamaha, fissando i fari “in battuta” nella parte anteriore della piastra, con un pò di bricolage si può utilizzate la piastra “al contrario”, andando a fissare i fari nella parte posteriore del supporto ..

Modifica attacco Foglight

.. ma non solo, gli attacchi dei fari possono essere messi anche più all’interno lateralmente (avvicinandoli tra loro) rispetto all’installazione consigliata, risultando così più in linea ed integrati con i fari superiori, guadagnando così sia in ingombro che in profondità.

La resa estetica migliora un pò, anche se io comunque continuo a preferirla senza (ma funzionalità e sicurezza ne guadagnano indubbiamente).

Tracer Foglight

La resa a livello di illuminazione è ottima, il fascio di luce è effettivamente molto più esteso lateralmente, utile per illuminare l’interno della curva e far risaltare la segnaletica orizzontale in caso scarsa visibilità.

1ab8f82e9ce76c95584f89900442a5ba

1d2230397262a4669abdb2b113f92de3

Attenzione: i fari in questione non possono essere capovolti o installati al contrario, hanno una doppia funzionalità (doppia illuminazione: fendinebbia ed anabbagliante) quindi doppio led per faro e parabole studiate appositamente, il che giustifica in parte il costo quasi doppio rispetto ad altri kit presenti in commercio!

Di seguito le istruzioni per una corretta installazione:

27136275062f3c256e17988d31329d38

61847ca9d3ae8bcf8c4925b531593a78

a92851bebcf338ba5ba3ea8208efbc53

b8fbf38d1d7f2e79278b67b5fe4a85ff

7b98fc9e9b68a3564db3376294cadded

4f5875c009c4cbbec35359eb987f9861

(Istruzioni ufficiali “Yamaha Genuine Parts”)

Aggiornamento: dopo aver testato nell’inverso scorso l’efficacia effettiva dei fari supplementari, ma non ancora convinto della loro resa estetica, ho recuperato online i supporti SW-Motech specifici per l’installazione degli stessi su paramotore (sempre di produzione SW-Motech), ottenendo così una resa estetica a mio parere più gradevole:

supporti sw-motech

27cf0589a4d9f4d30e50eeb31a6d52ab

Approfondimento: è utile chiarire che se si vogliono installare dei fari supplementari, questi devono essere omologati per uso stradale (dicitura di omologazione stampata sul vetro), e devono avere luce diffusa lateralmente nei pressi della moto .. lascio di seguito uno schema che fa capire la differenza tra le varie tipologie di fari che si possono trovare in commercio, in modo da poter fare acquisti utili e consapevoli ..

light-beam-patterns-top-view

Spero di esservi stato utile .. buona strada a tutti 😉

9 thoughts on “Installazione fari supplementari – Yamaha MT-09 Tracer

  1. Nicola

    Ciao Lele, ho letto e visto con attenzione il tuo post dei faresti spostati sul paramotore in quanto anch’io ho gli stessi faretti originali montati sotto i fari principali ma mi piacerebbe spostarli sul paramotore: ti domando quindi se hai dovuto allungare i cavi di alimentazione e se lo hai fatto come hai proceduto?
    Grazie, ciao

    1. LeleBRT Post author

      Ciao Nicola! I cavi originali dei fari supplementari arrivano “giusti” senza bisogno di prolunghe, basta solo sistemare bene gli stessi (in modo da farli arrivare dove serve).

  2. Gianfranco

    Ciao ho iniziato a seguirti ed e molto interessante cio che pubblichi volevo chiederti se sapresti indicarmi il nome esatto dello spinotto che si innesta nel cruscotto per i faretti e sei già nel l’impianto è previsto un fusibile grazie alla prossima ciao

    1. Gianfranco

      Scusa per la mia domanda. i siccome che vorrei montare un paio di faretti aftermarke.t collegandomi nell’apposita sede dei faretti è già predisposto anche di un relè o devo metterlo a parte grazie mille di nuovo

      1. LeleBRT Post author

        Dipende dall’assorbimento dei faretti che vuoi installare: se l’assorbimento è maggiore di 2 ampere, ti serve sicuramente un relè (e sarebbe anche il caso di creare una nuova linea di alimentazione direttamente dalla batteria). Se invece i faretti sono a Led ed hanno un assorbimento inferiore a 2 ampere, puoi utilizzare (senza l’aggiunta di relè) anche le linee di alimentazione già presenti.

  3. Andrea

    Ciao Lele avrei delle domande sul cablaggio di questi faretti.
    Li ho anche io proprio quelli originali. Ammetto di non essere un genio in elettronica anzi sono proprio scarsino, ma mi impegno 🙂
    Io ora ho tutto montato e funziona, ho già anche spostato l’interruttore all’interno del blocchetto luci con interruttore semplice da Ø12mm.
    Ora mi si presentano problemi perche vorrei cambiare l’interruttore con uno luminoso, ma non capisco come si collega.

    Vorrei capire se il contatto che viene interrotto dal tasto sul manubrio è un positivo o un negativo.

    Aiutami dai se hai del tempo da dedicarmi 🙂

    1. LeleBRT Post author

      Ciao Andrea, che sappia io l’unico modo per sapere quale cavo viene interrotto (se positivo o negativo), è quello di usare un tester e controllare la polarità proprio sul cavo interrotto. Prova ed aggiornaci, può essere utile a tutti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *